Premio Anno 2000 delle Pontificie Accademie
english version versione italiana

CHI SIAMO DOVE SIAMO INFO & CONTATTI
Associazione “Amici della Musica” Fedele Fenaroli - Estate Musicale Frentana
L’Associazione “Amici della Musica” Fedele Fenaroli, riconosciuta con decreto del Presidente della Regione Abruzzo n. 1254 del 12.10.1990, persegue lo scopo di favorire e diffondere la cultura musicale, promovendo concerti, seminari ed attività didattiche in genere e curando in particolare, l’organizzazione dei corsi musicali estivi e delle manifestazioni a questi collegate.
Coerentemente con i propri fini istituzionali,
- organizza concerti e corsi di formazione professionale in ambito musicale, artistico e culturale ai sensi dell’art. 5 della legge 845/78;
- istituisce centri di studi musicali, scuole ed organi di istruzione musicale a qualsiasi livello;
- coordina incontri, dibattiti, seminari, convegni e mostre;
- promuove il raccordo e la collaborazione con altri enti e/o associazioni culturali;
- favorisce lo studio, la ricerca, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio musicale internazionale e abruzzese istituendo centri di ricerche musicali;
- provvede alla gestione di strutture ricettive in genere, sale convegni, auditorium, complessi monumentali, cinema, teatri per conto di enti pubblici e privati.
L’Associazione è costituita da soci sostenitori, nominati fra le persone, le associazioni, le società e/o gli enti pubblici o economici che le erogano contributi, e da soci ordinari, nominati dal Consiglio Direttivo su domanda scritta. L’Associazione opera senza scopo di lucro. (
Dagli articoli 1, 2 e 3 dello Statuto)

Con l'Estate Musicale Frentana, la Città di Lanciano, nel solco di una tradizione musicale secolare, ha concorso non poco alla formazione artistica dei musicisti, consentendo, sin dalla prima edizione dei Corsi Internazionali Estivi, a giovani provenienti da tutto il mondo di sviluppare lo studio teorico e pratico della musica mediante una formazione professionale guidata da docenti di chiara fama. Hanno profuso il loro insegnamento i musicisti Dallapiccola, Petrassi, Gavazzeni, Vlad, Zecchi, Donatoni, Rota; i direttori Ferrara, Chailly, Bellugi, De Bernart, Renzetti, e come responsabili di settori particolari, Perticaroli, Fait, Bacchelli, Sacchetti, Cavallotti, Tiboni. Nella direzione artistica si sono avvicendati, fra gli altri, Domenico Ceccarossi, Piero Guarino, Luigi Torrebruno, Bruno Boccia, Riccardo Allorto, Donato Renzetti, Marc Andreae, ecc. Un ambìto riconoscimento per l'opera svolta, è pervenuta all'Associazione da Papa Giovanni Paolo II, che, in occasione del Giubileo degli Artisti (Anno Santo 2000), le ha conferito, su indicazione della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon, fondata nel 1542, il prestigioso Premio delle Pontificie Accademie 'per il trentennale impegno in favore di giovani musicisti provenienti da vari Paesi'. Danno sostegno ed assistenza a tutte le iniziative dell'Associazione: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Abruzzo, la Provincia di Chieti, il Comune di Lanciano, la Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, ed altri enti ed imprese private. L'associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI, organizzatrice dei corsi di formazione orchestrale famosi in tutto il mondo e dell'Estate Musicale Frentana, da più di quarant'anni continua ad ispirarsi ai valori guida che da sempre ne hanno contraddistinto l'attività:
1° l'eccellenza nell'insegnamento; 2° la flessibilità dei Corsi, mirati all'apprendimento differenziato secondo le necessità dello studente; 3° la preparazione dei giovani strumentisti al confronto e a fare musica insieme tramite la realizzazione dei progetti concertistici.






Statuto e Organizzazione
STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA “AMICI DELLA MUSICA” FEDELE FENAROLI
L’Associazione “Amici della Musica” FEDELE FENAROLI, riconosciuta con decreto del Presidente della Regione Abruzzo n. 1254 del 12.10.1990, persegue lo scopo di favorire e diffondere la cultura musicale, promuovendo concerti, seminari ed attività didattiche in genere e curando, in particolare, l’organizzazione dei corsi musicali estivi e delle manifestazioni a questi collegate. Coerentemente con i propri fini istituzionali; organizza corsi di formazione professionale in ambito musicale, artistico e culturale ai sensi dell’art. 5 della legge 845/78; istituisce centri di studi musicali, scuole ed organi di istruzione musicale a qualsiasi livello; coordina incontri, dibattiti, seminari, convegni e mostre; promuove il raccordo e la collaborazione con altri enti e/o associazioni culturali; favorisce lo studio, la ricerca, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio musicale internazionale, nazionale e abruzzese, per la musica antica, classica, sacra, jazz e contemporanea, istituendo centri di ricerche musicali; provvede alla gestione di strutture ricettive in genere, sale convegni, auditorium, complessi monumentali, cinema, teatri per conto di enti pubblici e privati. L’Associazione è costituita da soci sostenitori, nominati fra le persone, le associazioni, le società e/o gli enti pubblici o economici che le erogano contributi, e da soci ordinari, nominati dal Consiglio Direttivo su domanda scritta. L’Associazione opera senza scopo di lucro.

Art. 1) L’Associazione “Amici della Musica” Fedele Fenaroli, dotata di personalità giuridica, riconosciuta con decreto del Presidente della Regione Abruzzo n. 1254 del 12.10.1990, coerentemente con i propri fini istituzionali;
1° Organizza concerti e corsi di formazione professionale in ambito musicale, artistico e culturale ai sensi dell’art. 5 della legge 845/78;
2° Istituisce centri di studi musicali, scuole ed organi di istruzione musicale a qualsiasi livello;
3° Organizza e coordina, incontri, dibattiti, seminari, convegni e mostre;
4° Promuove il raccordo e la collaborazione con altri enti e/o associazioni culturali;
5° Favorisce lo studio, la ricerca, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio musicale internazionale, nazionale e abruzzese istituendo centri di ricerche musicali;
6° Provvede alla gestione di strutture ricettive e culturali in genere, sale convegni auditorium, complessi monumentali, scuole, cinema, teatri, per conto di enti pubblici e privati.
Art. 2) L’Associazione opera senza scopo di lucro
Art. 3) L’Associazione ha sede legale in Via Larghetto Malvò, 12 – 66034 Lanciano (CH) . Essa ha durata fino al 31.12.2050, salvo proroghe deliberate dall’assemblea dei soci o anticipato scioglimento.
Art. 4) L’associazione è costituita da soci sostenitori, nominati fra le persone, le associazioni, le società e/o gli enti pubblici o economici chele erogano contributi e da soci ordinari, nominati dal Consiglio Direttivo su domanda scritta.

a) Soci sostenitori: sono nominati tali dall’assemblea dei soci, su proposta del Consiglio Direttivo, fra le persone, le associazioni, le società e/o gli enti pubblici o economici che erogano contributi all’associazione.Gli enti, associazioni o società che acquistano la qualifica di soci sostenitori partecipano alle assemblee dei soci con il loro legale rappresentante o con persona all’uopo delegata. Sono attualmente soci sostenitori, il Comune di Lanciano, la Banca Popolare di Lanciano e Sulmona e la Regione Abruzzo, i quali possono nominare da uno fino a tre rappresentanti che partecipano alla riunione del Consiglio Direttivo dell’associazione.
b) Soci ordinari: sono nominati dal consiglio direttivo su loro domanda scritta e presentati da soci iscritti all’associazione da almeno tre anni consecutivi, recante l’accettazione esplicita, integrale e senza riserve delle norme dello Statuto. L’ammissione si intenderà perfezionata dopo il pagamento della eventuale quota di ammissione e della quota sociale.
Art. 5) Il Consiglio Direttivo ha facoltà di respingere le domande di ammissione e la sua decisione al riguardo è inappellabile. Nell’esame delle domande dovrà essere seguito l’ordine cronologico di presentazione delle stesse. Il Consiglio Direttivo può stabilire quote sociali differenziate e agevolazioni per minorenni e studenti.
Art. 6) La qualifica di socio si perde:
a) Per dimissioni volontarie, che devono essere trasmesse al consiglio direttivo in forma scritta. La dichiarazione di recesso ha effetto con lo scadere dell’anno in corso.
b) Per morosità, nel caso il socio non versi la quota sociale entro 30 gg. dal formale invito di pagamento della stessa trasmesso a mezzo raccomandata a. r.
c) Per radiazione in caso di particolare gravità. La radiazione viene decisa dall’assemblea su proposta del Consiglio Direttivo previa notifica della proposta stessa e delle sue motivazioni all’interessato, cui deve essere concesso un termine non minore di 10 gg. per fare pervenire al Consiglio Direttivo una memoria scritta. Di tale memoria dovrà essere data lettura in assemblea prima di assumere la decisione sulla proposta di radiazione. Il voto dei soci presenti o rappresentati in assemblea sulla proposta di radiazione è segreto. Il socio radiato può ricorrere all’autorità giudiziaria entro sei mesi dal giorno in cui gli è stata comunicata l’avvenuta radiazione.
Art. 7) Gli Associati, che abbiano receduto o siano stati esclusi o che comunque abbiano cessato di appartenere all’associazione, non hanno diritto alla restituzione delle quote e/o dei contributi versati.
ASSEMBLEE
Art. 8) All’assemblea generale ordinaria dei soci hanno diritto di partecipare i soci sostenitori e tutti i soci ordinari in regola con il pagamento della quota sociale annuale. Essa viene convocata dal Consiglio Direttivo con lettera da spedirsi o consegnarsi a mano almeno 7 giorni prima del giorno fissato per l’adunanza e con avviso da affiggere rispettando lo stesso termine, presso la sede dell’associazione. La lettera di convocazione deve contenere l’ordine del giorno fissato dal Consiglio Direttivo. L’Assemblea generale dei soci deve essere convocata ogni anno entro il primo semestre. L’assemblea generale ordinaria dei soci ha competenza a: a) discutere ed approvare il bilancio consuntivo e quello preventivo b) determinare per indirizzi generali l’attività annuale dell’associazione dietro un programma di gestione non vincolante presentato dal Consiglio Direttivo. c) eleggere periodicamente i Membri del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti secondo le prescrizioni dell’Art. 11 d) modificare lo Statuto e l’Atto Costitutivo e) predisporre e/o modificare il regolamento per le elezioni. Ciascun socio presente in assemblea non può avere più di due deleghe. Per la validità dell’Assemblea è necessario siano presenti o rappresentati, in prima convocazione, almeno la metà dei soci ammessi a partecipare all’assemblea stessa. Se non è raggiunto il numero prescritto dei soci presenti o rappresentanti, e sempre che sia previsto nell’avviso di convocazione, l’assemblea può tenersi un’ora dopo ed è valida qualunque sia il numero dei partecipanti. Sia in prima che in seconda convocazione le deliberazioni dell’assemblea sono prese a maggioranza dei voti. Per modificare l’atto costitutivo e lo statuto occorre la presenza o rappresentanza di almeno due terzi dei soci ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Il Presidente ed il Segretario del Consiglio Direttivo, se presenti rivestono la carica di Presidente e Segretario dell’Assemblea. In loro assenza, tali qualifiche vengono rivestite da due soci eletti a maggioranza dei presenti. Il Presidente, previo accertamento della regolarità della convocazione, dichiara aperta l’assemblea. Egli ha il compito di dirigere e regolare la discussione. Il Segretario redige il verbale dell’assemblea che deve essere sottoscritto dal Segretario stesso e dal Presidente e che deve essere poi conservato presso la sede dell’Associazione. Nelle deliberazioni di approvazione del bilancio ed in quelle che riguardano la loro responsabilità gli amministratoti non hanno diritto al voto. Art. 9) L’Assemblea straordinaria dei soci è convocata dal Consiglio Direttivo con lettera da spedirsi o consegnarsi a mano almeno 5 (cinque) giorni prima del giorno fissato per l’adunanza, con avviso da affliggersi rispettando lo stesso termine presso la sede dell’associazione, quando lo ritenga opportuno il Consiglio Direttivo o dietro richiesta scritta e motivata firmata da almeno 1/6 di tutti i soci. L’Assemblea straordinaria dei soci ha normale potere deliberativo nelle materie sulle quali è chiamata a pronunciarsi. Per quanto riguarda non previsto, valgono le norme relative all’Assemblea generale ordinaria dei soci.
ORGANI DI GESTIONE E CONTROLLO E LORO ELEZIONE
Art. 10) Organi consiliari di gestione e controllo dell’Amministrazione e dell’attività dell’Associazione sono il Consiglio Direttivo ed il Collegio dei Revisori dei Conti. Tali organismi restano in carica tre anni e sono eletti da tutti i soci aventi diritto al voto con sistema dell’urna aperta. Sono eleggibili i soci in regola con il versamento della quota sociale, iscritti all’Associazione da almeno tre anni. Spetta all’assemblea dei soci l’elezione di tutti i membri del Consiglio Direttivo; mentre, per quanto attiene al Collegio dei Revisori dei Conti, spetta all’assemblea dei soci l’elezione di tre membri, di cui uno effettivo che rivestirà la carica di Presidente del Collegio Sindacale, e di due supplenti; mentre gli altri due membri effettivi del Collegio Sindacale, vengono designati rispettivamente dal Comune di Lanciano e dalla Banca Popolare di Lanciano e Sulmona. Hanno diritto al voto i soci sostenitori ed i soci ordinari in regola con il pagamento della quota sociale annuale. La carica di revisore dei conti è incompatibile con quella di consigliere. Possono essere nominati alla carica di revisore dei conti anche coloro che non sono soci dell’associazione. Art. 11) L’elezione avviene al termine dell’Assemblea generale ordinaria dei soci, salvo che, per dimissione o morte della maggioranza dei membri del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Revisori dei Conti o per altre ragioni di particolare rilievo, da valutarsi da parte del Consiglio Direttivo in carica, l’elezione stessa debba aver luogo tramite adunanza dei soci appositamente convocata. In tal Caso, per la convocazione, si adottano le procedure previste per l’Assemblea generale ordinaria dei soci. Fuori dall’ipotesi di cui sopra, in caso di morte, di dimissione o di radiazione di uno o più membri, gli organismi sociali si completeranno con i soci immediatamente seguenti nella classifica risultata dalle elezioni. Art. 12) Gli organismi sociali decaduti per naturale scadenza del mandato, conservano i loro poteri fino all’insediamento dei nuovi organi quali risultano dalle votazioni. In caso di decadenza per altri motivi i poteri di ordinaria amministrazione saranno in capo al Presidente. Art. 13) L’Assemblea dei soci nomina un collegio di scrutatori composto da almeno 3 soci, ed il presidente di tale collegio. Ciascun socio non può avere più di due deleghe. L’Assemblea dei soci decide l’orario di apertura e chiusura del seggio elettorale. L’urna deve restare aperta comunque almeno due ore. Art. 14) Il voto è segreto. La votazione viene effettuata con schede secondo le modalità prescritte nel regolamento per le elezioni. Le schede devono recare la firma del Presidente del collegio degli scrutatori. Un membro di tale collegio deve essere sempre presente alle operazioni di voto durante l’orario di apertura dell’urna. Lo spoglio va effettuato appena chiuse le urne alla presenza di tutti i membri del collegio degli scrutatori, salvo cause di forza maggiore, ed è pubblico. Terminate le operazioni di spoglio, il Presidente del collegio degli scrutatori redige verbale riportante i risultati della votazione. Provvede quindi, a dare comunicazione agli eletti del risultato ed a richiedere loro accettazione scritta da far pervenire all’Associazione entro sette giorni dalla comunicazione dell’incarico ricevuto. In caso di mancata accettazione dell’incarico, subentra il primo dei non eletti, che pure deve esprimere la propria accettazione per iscritto. I membri eletti vengono convocati dal Consigliere più anziano di età una volta ricevute le necessarie accettazioni.


CONSIGLIO DIRETTIVO
Art. 15) Il Consiglio Direttivo è composto da nove membri eletti dai soci con la procedura prevista negli artt. 11 e segg. Ne fanno altresì parte, ai sensi dell’art.4 lett. a) del presente statuto, i rappresentanti del Comune di Lanciano della Banca Popolare di Lanciano e della Regione Abruzzo. Art. 16) Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, salvo quelli spettanti per statuto alle Assemblee. Provvede a discutere ed approvare il bilancio preventivo e quello consuntivo da proporre all’Assemblea generale ordinaria dei soci. Art. 17) I consiglieri durano in carica tre anni e possono essere rieletti. Nel caso venga meno nel triennio uno dei consiglieri per morte, dimissioni, radiazione o per altra causa, può essere chiamato a prendere il suo posto il primo dei non eletti che assumerà la carica dopo espressa dichiarazione di accettazione della carica stessa. Art. 18) Il Consiglio Direttivo, nella sua prima riunione, provvede a nominare nell’ambito dei consiglieri stessi, il Presidente, il Vice presidente ed il Segretario. Tali cariche non sono cumulabili nella stessa persona. Le persone chiamate a ricoprire le predette cariche restano in carica (salvo dimissioni dalla carica stessa, nel qual caso si può provvedere a nuova elezione interna a copertura della carica scoperta) finché restano membri del Consiglio Direttivo e possono essere rieletti con nuova votazione. Scadono comunque, con il Consiglio direttivo che le ha nominate. Art. 19) Il Consiglio Direttivo, può nominare un direttore artistico e/o un comitato artistico preposti alla direzione dei Corsi Internazionali Musicali e delle altre manifestazioni musicali ed artistiche organizzate e patrocinati dall’associazione. Il Consiglio Direttivo può altresì affidare altri particolari incarichi a consiglieri, soci non consiglieri o membri esterni all’associazione ed istituire organismi tecnici ed artistici per lo svolgimento delle varie attività rientranti nelle finalità dell’associazione. Art. 20) Il Consiglio Direttivo può dichiarare dimissionari i membri del Consiglio Direttivo stesso e del Collegio dei revisori dei conti, in caso di tre consecutive assenze ingiustificate alle riunioni.
Art. 21) Il Consiglio Direttivo si riunisce su invito del Presidente o su richiesta di almeno tre consiglieri. Le convocazioni vengono effettuate nelle forme e nei tempi ritenuti più idonei, dal Presidente, da consigliere all’uopo delegato dal Presidente, o dal personale in forza nell’associazione su incarico del Presidente. Le adunanze sono presiedute dal Presidente o in caso di sua assenza o impedimento dal Vice Presidente. In caso di assenza di entrambi, dal consigliere più anziano di età. Ogni deliberazione del Consiglio Direttivo è presa a maggioranza. In caso di parità di voti, decide quello del Presidente.Il Consiglio Direttivo delibera validamente con la presenza personale della maggioranza dei consiglieri in carica. Art. 22) Delle riunioni del Consiglio Direttivo viene redatto apposito verbale sottoscritto dal Segretario (in caso di sua presenza, da consigliere nominato tale per l’occasione) e dal Presidente (o da chi ne fa le veci) scritto o riportato nell’apposito registro. Tutti i soci hanno diritto a consultare, previa richiesta formulata al Presidente, i verbali di riunione del Consiglio Direttivo, salvo quelli che implichino valutazioni e/o giudizi su persone e che siano dichiarati riservati dal Consiglio stesso. Art. 23) Il Presidente rappresenta l’Associazione di fronte ai soci e di fronte a terzi. Presiede il Consiglio Direttivo e ne dirige e regola i lavori. Egli ha rappresentanza legale dell’Associazione, dispone di tutte le spese e ha poteri di firma degli atti con podestà di delega. Egli può adottare tutti i provvedimenti sia quelli a carattere di urgenza, sia quelli imposti da circostanze particolari con l’obbligo di riferirne al Consiglio Direttivo nella riunione immediatamente successiva a scopo di ratifica. Egli può adottare senza necessità di autorizzazione e ratifica del Consiglio Direttivo, tutti gli atti, compresi quelli di ordinaria amministrazione che per statuto o deliberazione dell’Assemblea dei soci, non siano di specifica competenza dell’Assemblea stessa del Consiglio Direttivo, del Collegio dei revisori dei conti o del Segretario del Consiglio stesso. Art. 24) Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o impedimento di questi, assumendone tutti i poteri e gli incarichi. Egli può svolgere funzioni di rappresentanza e firmare in nome del Presidente per sua espressa delega. In caso di assenza o di impedimento del Presidente e del Vice Presidente, le funzioni di cui sopra saranno svolte dal consigliere più anziano di età. Art. 25) Il Segretario redige e sottoscrive, se presente alle riunioni, i verbali delle sedute del Consiglio Direttivo e delle Assemblee ordinarie o straordinarie dei soci; tiene aggiornato il libro dei soci e gli altri registri sociali diversi da quelli contabili (servendosi della collaborazione di soci o terzi estranei all’associazione eventualmente delegati all’uopo dal Consiglio Direttivo), provvede al disbrigo della corrispondenza di competenza. In caso di impedimento, i suoi compiti vengono svolti per quanto attiene alla verbalizzazione, da un sostituto nominato di volta in volta dall’Assemblea dei soci o dal Consiglio Direttivo; per i compiti diversi dalla verbalizzazione da latro membro del Consiglio Direttivo nominato all’uopo dal Presidente. COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Art. 26) Il Collegio dei Revisori dei conti è costituito da tre sindaci revisori e da due sindaci supplenti eletti o nominati con le modalità di cui agli artt. 11 e segg. Il Collegio dei revisori resta in carica tre anni e può essere rieletto. Nel caso venga meno nel triennio uno dei revisori nominati dall’assemblea per morte, dimissioni, radiazioni o altra causa sarà chiamato a prendere il suo posto il primo dei supplenti eletti che assumerà la carica dopo espressa dichiarazione di accettazione della carica stessa. Art. 27) La carica di Revisore dei conti è incompatibile con la caricadi consigliere. I sindaci revisori dei conti effettivi possono partecipare senza diritto di voto, alle riunioni del Consiglio Direttivo.
Art. 28) Il Collegio dei Sindaci revisori dei conti ha il compito di sovrintendere all’andamento contabile e amministrativo dell’Associazione, riferendone alle assemblee annuali per mezzo del Presidente. Il Collegio accerta la regolare tenuta della contabilità; esamina i bilanci consuntivo e preventivo predisposti dal Consiglio Direttivo prima che essi siano portati all’esame dell’Assemblea dei soci esprimendo parere obbligatorio non vincolante del quale, va redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente del Collegio e del quale va data lettura da parte del Presidente stesso nel corso dell’assemblea annuale dei soci, in occasione della discussione ed approvazione dei bilanci; controlla, la gestione finanziaria dell’Associazione, redigendo apposito verbale sottoscritto dal Presidente del Collegio; effettua controlli di natura contabile e/o amministrativa di qualunque tipo; solleva eventuali eccezioni di legittimità in merito alla osservanza delle norme previste dalla legge o dal presente statuto.
I SOCI
Art. 29) I soci sono tenuti al pagamento di una quota di ammissione e di una quota annua fissate dal Consiglio Direttivo dell’Associazione.
Art. 30) La quota sociale va versata in un'unica soluzione entro il 31 gennaio di ogni anno. Trascorso il termine fissato per il pagamento dei contributi sociali. Il Consiglio Direttivo ha facoltà di richiedere tramite raccomandata a. r. il pagamento della quota sociale annuale da effettuarsi entro 30 gg. dal ricevimento della raccomandata stessa. In difetto di adempimento, il socio sarò considerato moroso e decadrà dalla qualifica di socio, salvo giustificato motivo ritenuto idoneo ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo.
PATRIMONIO SOCIALE
Art. 31) Il patrimonio sociale è costituito da tutti i beni mobili ed immobili appartenenti all’associazione e dai residui attivi di bilancio. Art. 32) Le entrate dell’Associazione sono costituite dalle quote di ammissione ed annuali versate dai soci, dai contributi e dalle liberalità erogati in favore dell’Associazione, nonché da ogni altra entrata connessa all’esercizio dell’attività dell’Associazione. Tutte le entrate devono essere versate su conti correnti postali o bancari e/o su libretti certificati di deposito intestati all’associazione, salvo un eventuale fondo cassa da tenere presso la sede dell’Associazione. Gli assegni emessi dell’Associazione devono recare la firma del Presidente o del Vice Presidente, salvo diverse prescrizioni dell’Istituto bancario o postale presso cui risulta acceso il conto.
SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
Art. 33) Lo scioglimento dell’associazione può essere deciso dall’assemblea dei soci con il voto favorevole di almeno i 2/3 dei soci presenti o rappresentanti. In tal caso l’assemblea dei soci potrà decidere a chi devolvere i beni dell’associazione. Dichiarata l’estinzione dell’associazione o dispostone lo scioglimento, si procederà alla liquidazione del patrimonio secondo le prescrizioni delle leggi vigenti.
DISPOSIZIONI FINALI
Art. 34) Per quanto non compreso nel presente statuto, valgono le norme dettate dal Codice Civile e le altre norme di legge eventualmente vigenti dettate per le associazioni riconosciute. Art. 35) Il presente Statuto entrerà in vigore il giorno successivo alla data della sua approvazione da parte degli organi competenti.
REGOLAMENTO (per l'elezione degli organi di gestione e di controllo)
Art. 1 – L’elezione per il rinnovo dei componenti del Consiglio Direttivo ed il collegio dei Revisori dei Conti viene effettuata con la periodicità indicata nello statuto dell’Associazione. Art. 2 – L’assemblea dei soci indetta per il rinnovo delle cariche sociali deve essere convocata 10 giorni prima della data fissata per la elezione.
Art. 3 - Cinque giorni prima della data di tale elezione, i soci che non siano già membri degli organi da eleggere e che intendano candidarsi devono farlo presente alla Segreteria dell’Associazione, preferibilmente per iscritto. Art. 4 – Scaduto il termine di cui all'art. 3 che precede, la Segreteria predisporrà un congruo numero di fogli in cui dovranno essere indicati nell'ordine:
A – per il Consiglio Direttivo
1) i nominativi dei membri del Consiglio Direttivo uscente;
2) i nominativi dei soci non facenti già parte del Consiglio Direttivo uscente, che hanno espresso il desiderio di candidarsi.
B – per il Collegio dei revisori dei Conti:
3) i nominativi del Collegio dei Revisori dei conti uscente;
4) i nominativi dei soci e non soci che hanno espresso il desiderio di candidarsi.
Art. 5 – Indipendentemente dall'indicazione dei nominativi di cui all'articolo che precede, possono essere eletti membri del Consiglio Direttivo, tutti i soci che abbiano i requisiti a tal fine richiesti dal terzo comma dell'art. 10 dello Statuto, mentre per il Collegio dei Revisori dei Conti, possono essere candidati ed eletti anche i non soci.
Art. 6 – La scheda per l'elezione dovrà essere unica e dovrà contenere le seguenti scritte:
- Scheda per la elezione dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti dell'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI;
- Consiglio Direttivo, seguita da nove righe, una per ciascun membro da eleggere;
- Collegio dei Revisori dei Conti, seguita da tre righe, una per ciascun membro da eleggere.
Art. 7 – Le schede, prima che si dia inizio alle operazioni di voto, dovranno essere vidimate, mediante l'applicazione sulle stesse del timbro dell'associazione e della firma del Presidente del collegio degli scrutatori. Almeno un membro di tale collegio dovrà sempre essere presente alle operazioni di voto durante l'ora di apertura dell'urna.
Art. 8 – Lo spoglio va effettuato appena chiuse le urne, alla presenza di tutti i membri del collegio degli scrutatori, salvo causa di forza maggiore, ed è pubblico. Terminate le operazioni di spoglio, il Presidente del collegio degli scrutatori redige il verbale riportante i risultati della votazione. Provvede, quindi, a dare comunicazione per iscritto agli eletti del risultato ed a richiedere loro accettazione scritta da far pervenire entro sette giorni dalla comunicazione dell'incarico ricevuto.


ASSOCIAZIONE “AMICI DELLA MUSICA” FEDELE FENAROLI -
Segreteria e Sede Artistica presso il “Parco delle Arti Musicali” TORRI MONTANARE – 66034 Lanciano (CH) Italy - Telefoni e Fax : 0039.0872.709762 – 0039.0872.710241

Sede Amministrativa: Larghetto Malvò n. 12 - 66034 Lanciano (CH) Italy – CASELLA POSTALE 26
C. F. 81003730694 - P. Iva 00642600696

www.estatemusicalefrentana.it


SOVRINTENDENTE ARTISTICO: Omar Crocetti - Editore Musicale - Laurea in Scienze della Comunicazione. Scienze dello Spettacolo e Comunicazione Musicale. Master “Management della comunicazione multimediale” / “Management in marketing e comunicazione artistica” / “Management musicale”. Vincitore borsa di studio e partecipazione presso il C.E.T. ai corsi di arrangiamento e composizione moderna - Partecipazione seminari L. Berio per la produzione di musica con nuove tecnologie informatiche. Partecipazione presso il C.E.T., ai corsi di produzione di musica per la cinematografia con E. Morricone. Relatore ai seminari internazionali di studi del Centro Dipartimentale di Ricerca di in Scienze Umane sulla “Sfida della proprietà intellettuale nell’era digitale” presso Università Europea di Roma. Dal 1986, numerosi lavori come produttore, organizzatore, arrangiatore ed esecutore, per le agenzie di produzione/spettacolo, Geffren , Rodven 2073 , Marsab, Fly Records, C- Jam, For Live, Twins Music, Trident, PAS, B.Events, Panagency Music Tour, BMus Productions, PRO Agency. Collaborazioni con numerosi interpreti e solisti della musica leggera Italiana ed Internazionale; partecipazione ad alcuni dei più importanti festival internazionali di musica world/contemporanea; ha al suo attivo come autore, più di duecento composizioni di varia estrazione e molteplici generi musicali; centinaia di partecipazioni a concorsi musicali nazionali come autore, compositore e arrangiatore, più di cento lavorazioni musicali per la cinematografia, il teatro di prosa, amatoriale, satirico, di danza, musical, documentari e commedie musicali; quattro lavori discografici come solista, oltre cento produzioni come etichetta editoriale indipendente e più di quaranta collaborazioni “live/studio recording”, per nomi importanti della musica contemporanea e leggera, italiana e straniera. Dal 1998 ha intrapreso l’attività editoriale e di produzione multimediale costituendo le edizioni musicali Crocetti Omar - Editore che forniscono anche la consulenza organizzativa e artistica a festival e manifestazioni concertistiche. Svolge l’attività di consulenza artistica per enti, per la pianificazione di progettualità legate alla presentazione di progetti cultura a livello europeo, nazionale e regionale; è relatore in convegni, stage e seminari dedicati alla proprietà intellettuale, imprenditorialità e comunicazione in campo musicale; cura il management di progetti artistici nazionali e internazionali, nell’ambito della world music, del jazz e della classica contemporanea. Nel 2003 ha fondato la COE Digital Music Archives, specializzata nella catalogazione e digitalizzazione di documentazioni, spartiti e file musicali. E’ stato rappresentante per la Regione Abruzzo dell'Estate Musicale Frentana. Dal 2005 è il direttore artistico della Kavatik Ensemble, curatore editoriale e responsabile progetto interregionale ADMV. Nel 2008, responsabile editoriale ADRICESTA e nell’ agosto 2009, è stato eletto Presidente dell’Associazione “Amici della Musica” Fedele Fenaroli, organizzatrice delle attività didattiche, formative e concertistiche, nell’ambito dell’EMF di Lanciano. Nel 2010 ha ricevuto il Premio creatività DGBD e nel 2011, il premio Paq e il CN. Mni MIBAC. Nel 2012 ha ricevuto il Premio Art for Business. Adempie al suo ruolo e svolge la sua attività di Sovrintendente Artistico per l'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI, con un rimborso annuo di euro 9.000 lordi. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112

DIRETTORE ARTISTICO: Donato Renzetti - E' tra i direttori d'orchestra italiani più affermati nel mondo. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi internazionali: il "Diapason d'Argento" nel 1975 e nel 1976 al "G.Marinuzzi" di San Remo, l'"Ottorino Respighi" nel 1976 all'Accademia Chigiana di Siena, la medaglia di bronzo nel 1978 al "Primo Concorso E. Ansermet" di Ginevra, nel 1980 è stato nominato all'unanimità vincitore assoluto del "X Concorso Guido Cantelli" del Teatro alla Scala di Milano al Teatro Coccia di Novara. La sua carriera non ha avuto sosta alternando l'attività sinfonica con produzioni d'Opera Lirica e registrazioni discografiche. Ha diretto alcune tra le più importanti orchestre del panorama musicale internazionale: la London Sinfonietta, la London Philharmonic, la Philarmonia di Londra, l'English Chamber Orchestra, la RIAS di Berlino, l'Orchestra di Stato Ungherese, la Filarmonia di Tokyo, la Filarmonica di Buenos Aires, l'Orchestra della Scala di Milano, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma, la Dallas Symphony, la BRT di Bruxelles, l'Orchestre National du Capitol de Toulouse, l'Orchestre National de Lille e la National del Lyon, la Zeeland Symphony, l'Orchestra della RAI di Milano, Torino, Roma e l'Orchestra Scarlatti di Napoli, l'Orchestra Sinfonica di Bilbao È stato invitato nei principali Teatri Lirici del mondo: Opera di Parigi, Covent Garden di Londra, Grand Theatre de Ginevra, Staatsoper di Monaco, Capitol de Toulouse, Carnegie Hall e Metropolitan di New York, Lyric Opera di Chicago, Opera di Dallas, San Francisco Opera, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Bunka di Tokyo, Teatro Megaron di Atene, Teatro alla Scala di Milano e tutti i maggiori teatri italiani; è stato ospite nei Festivals di Glyndebourne, di Spoleto, di Pesaro e al Festival Verdi di Parma. Nel 1987 ha diretto la prima assoluta dell'opera "Aida" a Luxor con i complessi artistici dell'Arena di Verona. Dal 1982 al 1987 è stato Direttore Principale dell'Opera dell'Orchestra Internazionale Italiana, dal 1987 al 1992 Direttore Principale dell'Orchestra Regionale Toscana, dal 1993 al 2001 Direttore Principale dell'Orchestra Stabile di Bergamo. Dal 2004 al 2007 è stato Direttore Principale Ospite dell'Orchestra Sinfonica Portoghese. Nel 2007 è stato nominato Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana. Ha inciso per Philips, Frequenz, Fonit Cetra, Nuova Era e Dynamic CD con musiche di Mozart, Tchaikovsky, Simone Mayr e Ouverture rare ed inedite di Schubert e Cherubini; nel campo operistico l' "Attila", "Il Signor Bruschino", "La Cambiale di Matrimonio", "La Favorite"; DVD delle Opere "Fille du Regiment" al Teatro alla Scala di Milano, "La Cenerentola" al Festival di Glyndebourne, "La Gioconda"all'Arena di Verona, "L'Italiana in Algeri" al Festival di Pesaro. Il disco "Manfred" di Schuman, registrato con l'Orchestra e il Coro del Teatro alla Scala, ha vinto il "XIX Premio della Critica Discografica Italiana". Dal 1987 è docente di Direzione d'Orchestra per il Corso Triennale di Alto Perfezionamento all'Accademia Musicale Pescarese, scoprendo talenti di nuove generazioni tra cui: Massimo Zanetti, Gianandrea Noseda, Daniele Agiman, Pietro Mianiti, Stefano Miceli, Michele Mariotti, Dario Lucantoni, Andrea Di Mele, Massimiliano Caldi, Antonino Manuli. Nel 2002 il Collegio dei Ragionieri di Lanciano in Abruzzo gli ha conferito il "Premio Frentano d'Oro" per i meriti artistici ottenuti in Italia e all'estero. l'Associazione Amici della Lirica dell'Opera Festival di Pesaro lo ha onorato con l'assegnazione del "Premio Rossini d'Oro 2006". Nel 2009 il XXVI "Premio Luigi Illica" ed il Premio "Carloni" della Barattelli dell'Aquila. Adempie al suo ruolo e svolge la sua attività di Direttore Artistico per la manifestazione didattica e concertistica, dell'Estate Musicale Frentana di Lanciano, per l'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI, a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112


CONSIGLIO DIRETTIVO - Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI.
L’anno duemiladiciassette, il giorno 18 del mese di maggio, alle ore 17.00, in seconda convocazione, nella sede dell’Associazione nel “Parco delle Arti Musicali” in Lanciano, regolarmente convocata, si è riunita l’Assemblea dei Soci per il rinnovo dei Membri del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti. In conformità dei risultati accertati, risultano eletti al Consiglio Direttivo:
1 – BOLOGNESE ANGIOLINO
2 – BOMBA MARIELLA
3 – CROCETTI OMAR
4 – FANCI FRANCO
5 – GIANCRISTOFARO ELVIRA
6 – LA MORGIA ALDO
7 – POGGI ANDREINA
8 – RUGGIERI FRANCO
9 – SPADANO ANTONIO

Al Collegio dei revisori dei Conti:
1 - LANETTA ANTONIO - Presidente

1 – DI VINCENZO NICOLA - Sindaco supplente
2 – PRUDENTE LUIGI – Sindaco supplente


VERBALE CDA NOMINA PRESIDENTE, VICEPRESIDENTE, SEGRETARIO

L’anno duemilaDICIASSETTE, il giorno 4 del mese di SETTEMBRE, alle ore 17.00, nella sede dell’Associazione nel “Parco delle Arti Musicali” in Lanciano, regolarmente convocata, si è riunito il Consiglio Direttivo dell’Associazione Amici della Musica, eletto nell’Assemblea dei Soci, per trattare e deliberare sul seguente Ordine del Giorno:
1. Nomina Presidente
2. Nomina Vice Presidente
3. Nomina Segretario

All’unanimità dei voti, viene deliberato di nominare Presidente il Sig. RUGGIERI FRANCO, Vice Presidente il Sig. SPADANO ANTONIO e Segretario il Sig. BOLOGNESE ANGIOLINO, i quali ringraziano per la fiducia loro accordata ed accettano l’incarico.


Presidente: FRANCO RUGGIERI - Laureato in Medicina e Chirurgia e Specializzato in Radiologia e Scienza delle Immagini, già Direttore della Unità Operativa Complessa di Radiologia presso l’Ospedale Civile Renzetti è attualmente Direttore Sanitario e Radiologo dell’Istituto “ Madonna del Ponte” in Lanciano . Musicista e appassionato di musica è stato anche allievo e collaboratore del M° Manlio La Morgia negli anni del “Cenacolo Musicale Fedele Fenaroli” (1959/1964). Con il M° Manlio La Morgia, ha avuto conoscenza diretta del M° Ildebrando Pizzetti, del M° Nino Rota e del Direttore d’Orchestra Sergiu Celebidache presso il Conservatorio Piccinni di Bari dove Egli era titolare di cattedra di “storia della musica”. Sempre con il M. La Morgia, ha avuto conoscenza del M° Arturo Benedetti Michelangeli e della Consorte del M° Ottorino Respighi, oltrechè di innumerevoli illustri Musicisti ( S. Perticaroli , Pina Carmirelli , Lya De Barberis, Dino Ciani, Il Trio Santoliquido, Il quintetto di Praga , Alirio Diaz , etc.. ) che negli anni del Cenacolo si sono succeduti nella sala concerti della Casa di Conversazione in Lanciano. Ha tenuto conferenze e collaborato a numerose iniziative artistiche, come la presentazione di opere prime, cerimonie celebrative, conferenze, ricerche e studio e cura di pubblicazioni editoriali, per l’Associazione “Amici della Musica” F. Fenaroli, con relazione commemorativa, unitamente al centro studi Masciangelo ed all’Associazione Amici della Musica , dedicata alla memoria del M° La Morgia e successivamente , su invito del Presidente della Associazione Amici della Musica , Dott. Omar Crocetti, si rende promotore della istituzione, nel Parco della Musica in Lanciano , anno 2013 , della Inaugurazione della Sala di musica da Camera M. La Morgia, con cerimonia celebrativa e personale relazione biografica del M°, unitamente alla preziosa collaborazione musicale del M° Antonio Piovano, già compagno di studi del La Morgia in Conservatorio sotto la direzione della Prof.ssa Michelini , con concerto a seguire di musiche inedite del Maestro e recitazione dei testi di Montale e Carducci a cura del Dr. Marcello Marciani Con Antonio Piovano ha collaborato insieme al Prof. Candido Greco e l’Associazione “Amici della Musica” alla rappresentazione in prima assoluta della Cantata Sacra di NICCOLA MONTI “ Nelle ore desolate di MARIA SSa ” ed è stato promotore della realizzazione della Cantata religiosa dedicata a “Santa Giovina Martire Bambina “, realizzata e diretta dallo stesso Maestro Piovano, in prima assoluta, edita dall’ Associazione “Amici della Musica” a cura del Dott. Omar Crocetti, con concerti tenutosi nella Chiesa di Santa Giovina nel 2014. E presso il Conservatorio di Pescara, nell’anno 2014. Si è dedicato , sotto la direzione di Monsignor Don Ilo Trotta , alla ricerca personale dei componenti dispersi , tra la cantoria della Chiesa di Santa Giovina e la Chiesa di Santa Maria maggiore , dell’Organo Storico del 17/18 secolo di scuola napoletana strumento attualmente restaurato dalla Famosa Famiglia di Organari “ Mascioni” ed inaugurato con cerimonia solenne nel 1999 con concerto eseguito dal M° Luigi Celeghin , e al fine di ripristinare una tradizione musicale organistica interrotta , si adoperava nel promuovere la realizzazione di concerti per l’organo storico della chiesa di Santa Giovina tenutosi sotto la direzione della Prof.ssa Anna Robilotta , del M° Scordari all’organo , per la direzione del coro delle voci bianche del M° Beccamanzi della Pio Xii di Roma con l’opera “ I fiori musicali” di Girolamo Frescobaldi. Ha curato l’Iniziativa e collaborazione con l’Architetto Vittorio Renzetti ed il Dott. Omar Crocetti per l’inaugurazione della Sala “ M.° Luigi Torrebruno” con concerto dedicato alla memoria del Primo Direttore Artistico dell’ EMF. Ha svolto attività di ricerca di materiale didattico - musicale del M.° Ippolito Sabino presso la biblioteca a Venezia in attuale studio presso la prof.ssa Robilotta ed il M° Scordari e attualmente, di materiale biografico e musicale del M° Menotti De Francesco operativo in America dal 1918 al 1956. Il Presidente adempie al suo incarico a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112

Vice presidente: ANTONIO SPADANO - Laureato in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma. Insegnante di matematica in pensione, svolge tutt'ora l'attività di commercialista. Attualmente è presidente del consiglio dei revisori presso una società privata, e presidente del collegio dei revisori presso un ente locale. Il Vice presidente, adempie al suo incarico a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112

Segretario: Angiolino Bolognese - Svolge attività amministrativa e segreteria comunale, da oltre 30 anni, nella pubblica amministrazione. Il Segretario, adempie al suo incarico a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112

Revisore dei Conti - Antonio Lanetta: Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti del Comune di Lanciano al n. 32 del Registro dei Revisori Contabili, pubblicato sulla G.U. n. 31/bis del 21.04.1995. Svolge il suo incarico di revisore dei conti per l'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI di Lanciano, a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112

Consiglio di Amministrazione dell'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI: I componenti del Consiglio di Amministrazione consiglieri adempiono al loro mandato a titolo gratuito. LEGGE SULLA TRASPARENZA - Direttiva del Ministero dei Beni Culturali - Obbligo ai sensi del D.L. 8 agosto 2013 n.91 ART. 9, commi 2 e 3 - convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112


Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI - Segreteria e Sede Artistica presso il “Parco delle Arti Musicali” TORRI MONTANARE – 66034 Lanciano (CH) Italy - Telefoni e Fax : 0039.0872.709762 – 0039.0872.710241

Sede Amministrativa: Larghetto Malvò n. 12 - 66034 Lanciano (CH) Italy – CASELLA POSTALE 26
C. F. 81003730694 - P. Iva 00642600696

www.estatemusicalefrentana.it


Organi di gestione e di controllo (consiglio direttivo)
Consiglieri eletti dall'Assemblea dei soci:

Sovraintendente Artistico Omar Crocetti - info@estatemusicalefrentana.it

Direttore Artistico Donato Renzetti - info@estatemusicalefrentana.it

Presidente Franco Ruggieri - presidenza@estatemusicalefrentana.it

Consiglio Direttivo Antonio Spadano (Vice presidente), Angiolino Bolognese ( Segretario) - segreteria@estatemusicalefrentana.it

Segreteria Amministrativa - - segreteria@estatemusicalefrentana.it

Responsabile Finanziario Daniela Turchi - segreteria@estatemusicalefrentana.it

Ufficio Stampa Martina Luciani - press.emf@libero.it

Responsabile Biglietteria Raffaella Gentili - -

Project Manager International Exchange Programs Isabella Abbonizio - isabellaabbonizio@gmail.com

Responsabile Organizzativo - - produzione.emf@libero.it

Responsabile Tecnico Angelo Venditti - venditti.angelo@virgilio.it



Ass. "Amici della Musica" Fedele Fenaroli


Segreteria e Sede Artistica presso il “Parco delle Arti Musicali” TORRI MONTANARE – Lanciano (CH) Italia
tel. (0039) 0872.709762 - fax (0039) 0872.710241 -
segreteria@estatemusicalefrentana.it

Sede Amministrativa presso Larghetto Malvò, 12 - 66034 Lanciano (CH) - Italia - CASELLA POSTALE 26